Fotografia

Di Anastasia Rovere

Siamo seduti laggiù, ancora abbastanza giovani da poterci mettere scomposti su dei cuscini. Ci vedi, amore mio? Mi stai accarezzando una gamba distrattamente, come fai ogni volta che leggi. Il fumo sale dalla brace della tua sigaretta fino al cielo, scuro nella notte d’estate. Dove sono le stelle? Ma chi ne ha bisogno, mi dico. Ho distolto un attimo gli occhi dallo schermo del computer, ma tu ti sei girato rapidamente, per non darmi la soddisfazione nel far vedere che mi stavi guardando. Sorridi sotto i baffi, ti vedo, sai? Tutto intorno è silenzio, non parliamo ma è come se le nostre voci si muovessero intorno a noi; da quanto tempo sei lontano, ancora non riesco a capirlo. Read More

Annunci

Tempesta

Di Anastasia Rovere

 

Sono un concetto precostruito. Sono seduta ferma e composta nel mio posto in biblioteca, intorno a me ci sono i miei libri, le cose che mi piace studiare, i miei oggetti. Li guardo uno a uno, chiedendomi cosa possano effettivamente significare per me una serie di cose così banali, che possono avere tutti. Eppure sono miei, li percepisco come proprietà personali e ricordo di aver provato soddisfazione nel vederli, qualche volta. Sono un concetto precostruito. Cerco invano di ricordarmi quando ho smesso di essere una persona, per diventare questo. Read More